Arturo Martini e il monumento per il Palazzo di Giustizia di Milano

Giovedì, 19 Aprile, 2018 - 15:00

 

Ancora un appuntamento con l’arte sollecitato dai nostri soci, aficionados di Anna Torterolo e della sua  straordinaria preparazione, in un luogo di grande fascino che ancora non avevamo esplorato. Stiamo parlando di Villa Necchi Campiglio, icona déco anni ’30 nel cuore di Milano.

Progettata dall’architetto Portaluppi su incarico delle sorelle Nedda e Gigina Necchi (macchine da cucire) e del marito di Gigina, Angelo Campiglio, la Villa è inserita in un incantevole giardino con campo da tennis e piscina. Donata al FAI nel 2001, ospita la Collezione di Claudia Gian Ferrari, critica d’arte e gallerista che ha lasciato splendide sculture di Arturo Martini (1889-1947), oggetto della nostra visita.

Martini è stato uno straordinario artista guidato da un invincibile amore per l'umanità. Ha affrontato i travagli della scultura, che richiede materiali e spazi, costosi e difficili da reperire. Le sue opere più intense, ricche di citazioni dall'antico, vengono proposte giovedì 19 aprile – ore 15 in un itinerario arricchito da bozzetti e piccole terrecotte. Titolo della mostra Arturo Martini e il monumento per il Palazzo di Giustizia di Milano, a Villa Necchi, dimora di una ricchezza elegante e un po’ malinconica.

Sono aperte le prenitazioni  -  02/66114499.

Tipologia di evento (es. Musicale):